23/11/2017

Contributi previdenziali degli amministratori comunali. Due recenti pareri della Corte dei conti

labelCorte dei Conti e Giurisprudenza bookmarkAmministratori locali classParere

Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di vedersi riconosciuti dall’ente i contributi previdenziali, ex articolo 86, comma 2, del Tuel, a seguito delle dimissioni dalla propria carica di consigliere di amministrazione di una società partecipata dal comune medesimo.

... continua a leggere

gavelCorte dei Conti
lock_open
 
16/11/2017

Trasferimento di aree previsto da convenzione urbanistica e atti di cessione (sentenza del TAR Campania)

labelCorte dei Conti e Giurisprudenza bookmarkUrbanistica classsentenza

l rapporto tra la convenzione di natura urbanistica che prevede il trasferimento di alcune aree e il diverso e distinto atto notarile, con il quale viene effettuata la cessione, non si pone in termini gerarchici e di prevalenza - come invece nel caso del rapporto tra diverse norme di differente rango - né può dirsi che l’eventuale contrasto della convenzione con un atto successivo e strutturalmente autonomo, quale l’atto di cessione, possa risolversi nell’inefficacia del secondo o nella sua disapplicazione (1).

... continua a leggere

gavelGiustizia Amministrativa
lock_open

Sulle modalità di arrotondamento per il computo del quorum delle delibere collegiali (sentenza del TAR Piemonte)

labelCorte dei Conti e Giurisprudenza bookmarkDeliberazioni organi collegiali classsentenza

Nei casi in cui il computo del quorum costitutivo o deliberativo previsto da norme di rango primario o secondario per la valida deliberazione di provvedimenti collegiali conduca all’individuazione di una cifra decimale, l’arrotondamento deve essere operato per eccesso all’unità superiore, dal momento che la soluzione contraria dell’arrotondamento per difetto all’unità inferiore, con il troncamento delle cifre decimali, ridurrebbe la soglia di maggioranza al di sotto di quella normativamente richiesta.

... continua a leggere

gavel
lock_open
 
15/11/2017

Il diritto di accesso di un comune ad una cooperativa sociale partecipata (sentenza del Consiglio di Stato)

labelCorte dei Conti e Giurisprudenza bookmarkAmministratori locali classsentenza

Il comune ha il diritto di prendere visione e di estrarre copia dei documenti amministrativi richiesti ad una cooperativa sociale partecipata dal medesimo.
Le disposizioni della legge n. 241 del 1990 si applicano, altresì, alle società con totale o prevalente capitale pubblico, limitatamente all'esercizio delle funzioni amministrative. Pertanto, nel caso di specie, non v'è pertanto ragione alcuna perché la Cooperativa Sociale costituita, dal Comune e altri enti pubblici, con partecipazione minoritaria anche di alcuni privati, neghi il domandato accesso al partecipante Comune. La partecipazione dell'ente locale nella società cooperativa è invero strumento per la realizzazione di finalità pubbliche, seppure sotto forme privatistiche: da qui la sussistenza di detto suo interesse ad accedere ai documenti richiesti, necessari per la valutazione della corrispondenza dell'attività di interesse pubblico della cooperativa agli scopi per cui è stata costituita e, correlativamente, alle ragioni pubbliche che sono a fondamento della partecipazione dell'ente pubblico. È dunque indubbia la titolarità comunale di un interesse qualificato, alla luce degli artt. 22 e ss. l. n. 241 del 1990, alla cognizione dei documenti specificati nell'istanza: che evidenziava esplicitamente lo specifico fine cui la domanda di accesso era preordinata (la possibilità di esercitare i poteri di controllo sull'amministrazione e gestione della società) e l'attinenza della documentazione a tale interesse. 

... continua a leggere

gavelDiritto dei servizi pubblici
lock_open

La decadenza del permesso di costruire deve essere dichiarata con apposito atto (sentenza del Consiglio di Stato)

labelCorte dei Conti e Giurisprudenza bookmarkUrbanistica classsentenza

La decadenza del permesso di costruire deve essere dichiarata con apposito atto e preceduta dall'avvio di un procedimento amministrativo – il verificarsi di una circostanza nota all'Ente comunale, che ha reso impossibile la realizzazione dei lavori, giustifica una proroga automatica del termine di ultimazione dell'opera senza che sia necessaria una formale istanza.

... continua a leggere

gavelJonius.it
lock_open